Inizio shock della piattaforma. Tanti disservizi nella prima giornata di campionato. Utenti sul piede di guerra.

Tifosi di tutta Italia letteralmente infuriati con Dazn per i clamorosi disservizi (non i primi, probabilmente neanche gli ultimi) che, in occasione dell’attesissima prima giornata di campionato, hanno impedito a moltissimi abbonati di godersi questo già anomalo turno ferragostano di Serie A

Sui social l’hashtag Dazn è schizzato subito in tendenza, e non erano complimenti: “Hanno anche avuto il coraggio di aumentare i prezzi, è una vergogna“, uno dei commenti più gettonati. “Per fortuna che è la pirateria ad uccidere il calcio“, e ancora “ci devono restituire i soldi, è l’unica cosa da fare dopo un disservizio del genere“. Proprio attraverso i social network, Dazn ha provato a metterci una pezza fornendo agli abbonati un link su cui vedere la partita: una magrissima consolazione.

Tantissimi gli abbonati che (via social hanno protestato) per quanto accaduto durante le due gare pomeridiane di A delle 18.30 Fiorentina-Cremonese e Lazio-Bologna. Non si riusciva ad entrare oppure, appena ci si riusciva, si veniva buttati fuori dopo pochi minuti, ma senza poter più rientrare. Non è andata meglio ai tifosi romanisti in occasione del match delle 20.45 tra Salernitana e Roma. Addirittura polemiche partite dal Giappone, dove molte persone si sono lamentate di non poter assistere al match di Liga, Cadice-Real Sociedad. Durante le gare Dazn si è scusata con un tweet, che non è servito a calmare l’ira dei vari abbonati.

Anche il mondo della politica si è mobilitato, con un post di Matteo Salvini della Lega ed un altro del PD di Enrico Letta. Insomma i problemi di Dazn sembrano interessare praticamente tutti. Dall’azienda fanno sapere che si sta lavorando per risolvere i problemi, ma in molti non hanno potuto vedere le partite della serata. Una questione davvero scottante che l’azienda deve risolvere, anche perché hanno cominciato davvero malissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.