Da quando l’estremo difensore ha lasciato il Milan la sua avventura in Francia non è stata certo rose e fiori

Il dubbio continua ad essere lo stesso: Donnarumma è un fenomeno come sembrava all’inizio della sua carriera o sarà ricordato come un estremo difensore al di sopra della media che, ad un certo punto, è stato sopravvalutato. La realtà dei fatti è che questa valutazine si potrà fare solo quando il suo percorso da calciatore sarà vicino al capolinea. Per il momento si vive di momenti e quello attuale non è certo positivo. L’espulsione per un intervento maldestro rimediata in Psg-Le Havre gli è costata l’uscita dal campo ed anche la squalifica.

Questo darà spazio al portiere Tenas di giocarsi le sue chances. Lo ha già fatto nel suo esordio, dimostrando buone qualità che potrebbero essere mostrate nuovamente nella prossima esibizione. Un orizzonte che potrebbe anche mettere in discussione il futuro del portiere italiano che già in passato era stato messo in dubbio rispetto alla possibilità che sia l’uomo giusto per difendere i pali di una squadra che in questi anni ha dimostrato di avere pochi limiti di budget.

Donnarumma non ci sarà per due giornate di Ligue 1 e vivrà da spettatore le prossime esibizioni. Insomma se il Psg ritiene che il ventiduenne secondo di Donnarumma abbia caratteristiche idonee ad essere il portiere designato come primo da Luis Enrique potrebbero aprirsi nuovi orizzonti per la carriera del portiere italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *