Aggiungi nuovo articolo

Arda Guler è l’uomo che gli ha strappato un record andando a segno in Turchia-Georgia

Nel giorno in cui Cristiano Ronaldo scrive un’altra pagina di storia attraverso la sua straordinaria carriera, c’è chi gli ha tolto un record. Il fuoriclasse lusitano è ufficialmente entrato in campo per il suo sesto Europeo, prima di lui non c’era mai riuscito nessuno. La data, però, è la stessa in cui c’è chi gli ha tolto un primato che manteneva da tanti anni: Cr7 non è più il calciatore più giovane ad aver mai fatto gol nella fase finale del maggior torneo continentale per Nazionali.

Il primato se l’è preso il turco Arda Guler che, andando a segno in Turchia-Georgia, lo ha fatto a 19 anni e 114 giorni. Il primato di Cristiano Ronaldo era fissato a 19 anni e 128 giorni e risaliva ad un Portogallo-Grecia dell’Europeo giocato nel 2004. Fa un certo effetto il fatto che da allora siano passati addirittura vent’anni e il numero sette sia ancora in campo.

Cristiano Ronaldo, che non ha segnato all’esordio all’Europeo nel 2024 , ha ancora la possibilità di diventare il giocatore più vecchio ad aver mai fatto centro nella competizione. Nel frattempo c’è da lodare il talento di Arda Guler, uno che non a caso è già nel Real Madrid di Carlo Ancelotti e non lo si può certo considerare una meteora.

Nato ad Ankara nel 2005, si è fatto notare in patria con la maglia del Fenerbache. I blancos lo avrebbero pagato neanche troppo (venti milioni più dieci bonus), ma se hanno deciso di portarlo nella capitale spagnola è perché in lui hanno visto un talento adeguato a poter diventare un calciatore importante per la squadra più blasonata del mondo.

Nel suo primo anno nella Liga ha realizzato sei gol in dieci partite. Mentre con la Turchia è arrivato alla seconda segnatura in otto apparizioni, numeri assolutamente importanti per un calciatore che compirà vent’anni soltanto l’anno prossimo.

Lo si ritiene uno dei migliori prospetti a livello mondiale e la straordinarietà è nel suo mancino da trequartista applicato ad una collocazione che, come accade per molti giovani di talento, lo vede spesso esterno d’attacco. Il fatto che sia alle dipendenze di uno come Carlo Ancelotti offre la certezza che troverà sicuramente la posizione giusta per esprimersi al meglio, tenuto conto che al tecnico italiano si deve ad esempio la trasformazione di Andrea Pirlo da trequartista di alto livello a regista di livello mondiale e consacratosi come uno dei migliori interpreti del ruolo nella storia del calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *