Ci siamo. La 17ma edizione dei Campionati Europei di calcio inizia con la partita inaugurale tra Germania e Scozia, offrendo emozioni e aspettative.

Il ritorno in Germania dopo 36 anni segna una pietra miliare per Euro 2024, la prima volta dalla riunificazione tedesca. Il torneo, nato nel 1960 grazie a Henry Delaunay, torna a casa con una cerimonia d’apertura che renderà omaggio a Franz Beckenbauer, leggendario calciatore tedesco recentemente scomparso.

La sfida inaugurale

La Germania, guidata da Julian Nagelsmann, affronta la Scozia nel primo match del Gruppo A, che comprende anche Svizzera e Ungheria. Il match, in programma venerdì alle 21, sarà trasmesso su Rai 1, Sky Sport Uno (201), Sky Sport Calcio (202), Sky Sport 4K (213) e Sky Sport (251). Nagelsmann ha preparato la squadra con due vittorie prestigiose nelle amichevoli di marzo contro Francia e Olanda. “Penso che siamo pronti. I ragazzi sembrano in buona forma,” ha dichiarato alla vigilia del match.

Ilkay Gundogan, stella e veterano della squadra, ha espresso fiducia: “Mi aspetto una partita difficile. Conosciamo molti giocatori della Premier League, hanno molta esperienza. Non dovremmo sottovalutarli, ma sappiamo cosa possiamo fare. Se arriviamo al nostro potenziale, possiamo vincere“.

La Scozia, allenata da Steve Clarke, ha dimostrato grande determinazione nelle qualificazioni, superando Norvegia e Spagna. “Siamo davvero orgogliosi di essere arrivati fin qui. La maggior parte dei giocatori ha già giocato ad alti livelli, quindi sono sicuro che gestiranno la situazione bene,” ha dichiarato Clarke.

Il capitano scozzese Andy Robertson ha sottolineato l’importanza di superare i gironi: “Vogliamo fare la storia e arrivare alla fase a eliminazione diretta. Poi lì non si sa mai cosa può succedere”.

Il torneo è suddiviso in sei gironi:

  • Gruppo A: Germania, Scozia, Ungheria, Svizzera
  • Gruppo B: Spagna, Croazia, Italia, Albania
  • Gruppo C: Slovenia, Danimarca, Serbia, Inghilterra
  • Gruppo D: Polonia, Paesi Bassi, Austria, Francia
  • Gruppo E: Belgio, Slovacchia, Romania, Ucraina
  • Gruppo F: Turchia, Georgia, Portogallo, Repubblica Ceca

La fase a gironi durerà fino al 26 giugno, con le prime due classificate e le quattro migliori terze che accederanno agli ottavi di finale. La fase a eliminazione diretta inizierà il 29 giugno e culminerà con la finale il 14 luglio all’Olympia Stadion di Berlino.

Le favorite del torneo

Oltre alla Germania, altre nazionali sono pronte a lottare per il titolo. La Francia, vicecampione del mondo, presenta una squadra formidabile con Mbappé in testa. L‘Inghilterra, nonostante una sola Coppa del Mondo in bacheca, è sempre una contender grazie al prestigio della Premier League.

La Spagna e il Portogallo rappresentano altre minacce, con giocatori di alta qualità e il desiderio di tornare sul podio. Per il Portogallo, sarà probabilmente l’ultima occasione per Cristiano Ronaldo. Il Belgio, con De Bruyne e i giovani Veermeren e Bakayoko, potrebbe sorprendere, così come l’Olanda e la Croazia.

L‘Italia, campione uscente, arriva con prestazioni altalenanti nelle amichevoli contro Turchia e Bosnia. Con alcuni problemi di formazione e convocazioni controverse, gli Azzurri sperano di non ripetere le delusioni delle ultime edizioni dei Mondiali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *