Prima della serata di Europa League che ha visto l’Atalanta a Bergamo superare i tedeschi del Bayer Leverkusen nel match di andata di ottavi, i tifosi della Dea hanno esposto un bellissimo striscione con protagonisti i due compagni di squadra

Ad oltre due settimane dallo scoppio del conflitto in Ucraina, il mondo continua a mostrarsi compatto nel dire “no alla guerra”. Dai cittadini di ogni paese alla politica, passando per lo sport, il grido è lo stesso.

Il calcio, ad ogni latitudine, ha espresso solidarietà e vicinanza al popolo ucraino sin dai primissimi momenti dell’invasione russa.

Particolarmente sentita la situazione in casa Atalanta, vista la presenza in squadra di un russo, Aleksej Mirančuk, e di un ucraino, Ruslan Malinovskyi. I due calciatori, in questo momento di profonda ansia e grande tristezza, si supportano a vicenda, rappresentando per tutti un messaggio di straordinaria forza e speranza. Una unione che non è passata inosservata ai supporter bergamaschi che hanno voluto omaggiarli con uno striscione esposto sugli spalti prima della gara di Europa League contro il Leverkusen.

Nel disegno ci sono i due giocatori con le bandiere dei rispettivi paese che si danno la mano. Mirančuk e Malinovskyi. Anzi Aleksej e Ruslan, due ragazzi ancor prima che calciatori, uniti dalla passione per il calcio, dal talento, dai colori del club di appartenenza e da un unico grande obiettivo: la pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.