La polemica, come ormai accade di consueto, è rimbalzata sui social e sugli smartphone di mezzo mondo.

Il Qatar deve affrontare diversi problemi nella settimana che conduce all’avvio della manifestazione Mondiale e fra questi c’è senz’altro quello dei tifosi… finti.

Già, avete capito bene. Nelle ultime ore sono circolati diversi video (la regia è sempre la stessa, la mano potrebbe essere la solita, dunque pare tutto organizzato nei dettagli…) di tifosi con sciarpe, maglie e bandiere di varie nazionali. Dall’Argentina alla Spagna, passando per il Portogallo e via discorrendo. Il problema è che i ‘tifosi’ in questione non hanno i classici tratti europei, ma sembrano perlopiù persone nepalesi o pakistane.

Il motivo è presto svelato. Per mostrare al mondo una competizione perfetta, per prima cosa l’occhio vuole la sua parte. Dunque non sono ammessi stadi semi vuoti, nemmeno per partite di poco interesse. E per questo, pare che l’organizzazione abbia deciso di pagare persone locali (forse gli stessi operai che hanno fatto turni massacranti per finire i lavori negli stadi dove si giocheranno le partite) per farle travestire da tifosi di una o dell’altra nazionale. Tifosi all’occorrenza: magari la stessa persona si ritroverà a fare il tifo per il Brasile e la settimana dopo per l’Argentina.

Tutto normale? No, decisamente. Ma in fondo il concetto è semplice e antico: pagando si ottiene tutto. Anche la fede calcistica.

1 thoughts on “Mondiali Qatar 2022, la prima polemica riguarda i tifosi…finti

  1. Samuel ha detto:

    Andiamo bene 😂
    Questi non stanno bene!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *