Accade nel girone I, quello più meridionale

Non è dato sapere quanti precedenti abbia una situazione del genere, ma trattandosi di un livello basso del calcio italiano la questione potrebbe essere sfuggita. Meglio, però, andare con ordine per non fare confusione.

Domenica 10 settembre è iniziato il campionato di Serie D girone I. Lunedì 11 viene ammessa un’altra squadra in sovrannumero. Sì, esatto dopo che è iniziato il torneo. Sembra incredibile, ma c’è una logica. Quello era, infatti, il termine ultimo entro il quale la città di Reggio Calabria avrebbe potuto ammettere una propria squadra al massimo livello dilettantistico.

Si tratta della Fenice Amaranto Asd. La società è nata dopo la mancata iscrizione della Reggina al campionato di Serie B, per i motivi che sono noti. La questione, però, si è trascinata fino al Consiglio di Stato e al 30 agosto, quando è arrivata la sentenza di definitiva esclusione dal campionato cadetto della Reggina 1914.

I tempi erano stretti e non si poteva fare altrimenti, considerato che è stato applicato semplicemente l’articolo 52 comma 10 delle Noif. Quello che, per intendersi, permette a certe piazze calcistiche che permettono il professionismo di ripartire dalla D o dall’Eccellenza con una nuova società.

Un passaggio che ha anche un costo: la nuova Reggina ha pagato 400.000 euro. Prima della cessazione dell’affiliazione della vecchia società non potrà riprendere il nome storico. Una questione che ha già riguardato altre piazze come nei casi di Florentia Viola, Reggio Audace o Salerno Calcio. La società, tra l’altro, ha avuto una proroga di mercato fino al 20 settembre .

Il suo inserimento non ha fatto fare i salti di gioia a tutte le avversarie che erano pronte a giocare un torneo a 18 squadre. Diventerà a 19, con un turno di riposo. Quello che, per intendersi, ha già avuto la squadra reggina nella prima giornata disputata e a partire del quale è nato il nuovo calendario.

Una situazione stranissima del nostro calcio, derivante anche dalla confusione estiva legata alle tante questioni arrivate ad essere decisive alla giustizia ordinaria.

1 thoughts on “Serie D: lo strano caso di una squadra inserita a campionato iniziato

  1. Lupo per sempre 💙❤️ ha detto:

    Se fatto per altri perché non anche per la Reggina? Forza Reggio forza Calabria ma soprattutto FORZALUPISEMPRE ❤️💙 e CATANZARO 💩

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *